Precedente
Successivo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr

“Lavoro, quale futuro vogliamo per la nostra Valle?” – Sant’Omobono Terme – 17 novembre

Sabato 17 novembre, dalle 9:00 alle 13:00, presso la Sala della Comunità di Selino Basso a Sant’Omobono Terme, si terrà il convegno dal titolo “Lavoro, quale futuro vogliamo per la nostra Valle? – Progetti di innovazione e integrazione in Valle Imagna”.

Il Convegno vuole essere un significativo momento di riflessione e confronto che possa sottolineare l’innovazione dei pensieri e dei progetti concreti sostenuti in due anni di lavoro dal tavolo “Lavorinvalle” e dalle istituzioni in esso rappresentate. Vuole inoltre essere, non solo veicolo di conoscenza di quanto svolto, ma anche luogo di integrazione e rilancio fra le prospettive per il futuro della Valle, gli attori del territorio e le istituzioni.
Il processo di sviluppo e innovazione ad oggi in atto in Valle Imagna nasce nel 2010 da alcuni momenti di riflessione all’interno del Tavolo Fragilità e Vulnerabilità Sociale promosso dall’Azienda Speciale Consortile Valle Imagna – Villa d’Almè, intorno alle tematiche del lavoro e della promozione del benessere per tutti i cittadini, garantendo i diritti fondamentali per la vita e lo sviluppo umano. Da qui è nato il gruppo di confronto Lavorinvalle che, coinvolgendo i diversi attori del territorio (aziende, istituzioni, vicariati, cooperative, scuola..), ha promosso l’individuazione di alcuni filoni di approfondimento rispetto agli spunti lasciati in eredità dai primi due seminari di introduzione ai lavori, svoltisi nel mese di marzo 2011:

  • Turismo, ambiente e agricoltura
  • Artigianato e piccola impresa del settore legno
  • Edilizia
  • Il sociale e la cooperazione: sostegno allo sviluppo delle fasce più deboli della popolazione
  • Energie alternative
  • Formazione e coinvolgimento giovanile

Il Convegno, partendo da un’analisi dei dati socio economici attuali ed evidenziando quanto svolto sino ad ora, vuole condividere percorsi possibili che coinvolgano sempre più gli attori economici del territorio e le istituzioni su alcune tematiche di particolare rilevanza e interesse:

  • la crisi edilizia e la necessità di formazione per la riconversione degli operai edili;
  • nuove prospettive lavorative nella promozione del recupero dei borghi storici;
  • le energie alternative: la promozione delle centrali a biomassa;
  • i trasporti: migliorare della viabilità per favorire l’accesso alla valle e promuovere nuovi stili di vita in contesti montani;
  • la comunicazione come elemento di sviluppo imprenditoriale.

Di seguito il programma della mattinata:
9.00 – Accoglienza
9.15 – Saluti iniziali:
Presidente CMVI
dott. Roberto Facchinetti
Presidente Azienda Speciale Consortile
dott. Carlo Plaino
Rappresentante del Vicariato della Valle Imagna
don Paolo Riva
9.30 – “Occupazione: i dati, le azioni intraprese e un progetto per il 2013”
dott. Sergio Anesa – Ufficio Pastorale Sociale e del Lavoro di Bergamo
10.15 – “Le Imprese: dall’analisi delle fragilità alla costruzione di nuove opportunità”
dott. Michele Leidi – Consulente di Marketing Strategico
La Parola ai protagonisti: parlano due imprenditori della Valle
Sig. Giordano Manzoni – SACIL S.n.c.
Sig. Diego Rodeschini – Pasticceria Gelateria Acquario
h.11.00 Pausa caffè
11.20 Tavola Rotonda “Quale futuro imprenditoriale per la Valle e quali responsabilità per le istituzioni”:
Provincia di Bergamo: dott. Enrico Zucchi – Assessore all’Istruzione, Formazione, Lavoro e Sicurezza sul Lavoro
Bergamo Sviluppo – Azienda Speciale della Camera di Commercio per la formazione e lo sviluppo d’impresa : dott. Cristiano Arrigoni – Direttore
Comune di Sant’Omobono: dott. Paolo Dolci – Sindaco
Consorzio BIM: Rag. Carlo Personeni – Presidente
CGIL: dott. Luigi Bresciani – Segretario generale
Imprese & Territorio: Comitato Unitario delle Associazioni d’impresa – dott. Giorgio Ambrosioni – Vice Presidente
12.40 – Conclusioni finali: Giacomo Invernizzi – presidente del Tavolo Fragilità e Vulnerabilità Sociale dell’Ambito Valle Imagna-Villa d’Almè.

Per ulteriori informazioni consulta l’evento Facebook.

 

 

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
CIBO CRUDO
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Ti potrebbe interessare.....