Precedente
Successivo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr

Festa della Cornabusa 2015: primo pellegrinaggio notturno da Sotto il Monte- 5 e 6 Settembre

festa cornabusa 2015

Ogni anno, in occasione della solennità della B.V.M. Addolorata, viene celebrata in Valle Imagna la Madonna della Cornabusa, effigie tanto cara ai valdimagnini e a tutta la bergamasca.

I festeggiamenti inizieranno con un momento di fede molto intenso: il pellegrinaggio notturno, che partirà sabato 5 settembre da Sotto il Monte, paese natio di San Giovanni XXIII, e arriverà al santuario la mattina successiva, con la S.Messa presieduta dal Vescovo di Bergamo, Mons. Francesco Beschi.

San Giovanni XXIII e la Madonna della Cornabusa: un rapporto speciale, nel cammino del Papa Buono

Il Santuario della Madonna della Cornabusa è sempre stato un luogo molto caro a Giovanni XIII, sin dall’infanzia e anche dopo l’elezione a papa. Angelo Giuseppe Roncalli ha percorso molte volte il cammino da Sotto il Monte alla grotta che custodisce l’effigie, fino a considerare il santuario un luogo a lui famigliare e il più bello, perché costruito da Dio e non dagli uomini. Anche da patriarca di Venezia non mancò di visitare la Madonna della Cornabusa: lo si vede in un momento di riflessione nella fotografia scattata dal valdimagnino Dante Frosio, nell’agosto del 1958, pochi mesi prima dell’elezione a Papa. Durante il pontificato poi, ricordò più volte quell’effigie di montagna a cui era tanto affezionato.

Il pellegrinaggio ripercorrerà i passi di San Giovanni XXIII, a poco più di un anno dalla sua canonizzazione, partendo dal Giardino della Pace a Sotto il Monte ed arrivando alla grotta della Cornabusa. Si passerà per strade antiche e borghi caratteristici, che, oltre al cammino del Papa Buono, raccoglie anche la memoria di altri santi pellegrini, come San Girolamo Emiliani, San Carlo e il beato Paolo VI, in una nottata accompagnata da preghiere e riflessioni.

Mons. Francesco Beschi: il cammino alla Cornabusa è un percorso “verso la montagna”

Il Vescovo di Bergamo, mons. Francesco Beschi, in una breve presentazione di quello che sarà il pellegrinaggio notturno, trasmette il significato di questo momento speciale per la fede. Il tragitto verso il santuario della Cornabusa è un percorso di montagna il cui arrivo è nello scrutare il Cielo racchiuso in una grotta”. Mons. Beschi continua definendo: “il camminare, soprattutto nella notte, è un simbolo dell’esistenza di ciascuno di noi (…) Il camminare verso la montagna ci fa misurare con le nostre forze, con il peso della fatica, con la passione per la meta”.

Il pellegrinaggio segnerà l’inizio ufficiale dell’anno pastorale che la Diocesi di Bergamo dedicherà alla carità, in vista del Giubileo 2015 dedicato alla Misericordia; il Vescovo considera la carità fondamentale nel cammino di sabato 6 settembre, perchèÈ la carità che mette le gambe al cuore, che dà la forza ai gesti, che anima i progetti: donne e uomini capaci di carità”.

E Mons. Beschi non poteva mancare ad un’occasione tanto significativa: da lui verrà presieduta la Santa Messa che concluderà il primo pellegrinaggio notturno.

Pellegrinaggio al Santuario della Cornabusa: date, iscrizione al pullman e organizzazione

Il ritrovo è previsto per le 23.30 di sabato 5, la partenza del pellegrinaggio è alle 24, dal Giardino della Pace a Sotto il Monte. Il percorso terminerà al Santuario della Madonna della Cornabusa, nella frazione Cepino di Sant’Omobono Terme, dove ci sarà la Santa Messa alle 7.00 di domenica. Il pellegrinaggio si farà anche in caso di pioggia e a tal proposito gli organizzatori ricordano di portare un ombrello da viaggio, insieme a torce e a scarpe comode. Una volta conclusa la celebrazione in grotta sarà a disposizione il bus che riporterà i pellegrini a Sotto il Monte; per usufruire del servizio è necessario iscriversi in tempo utile, compilando l’apposito form, nella sezione contatti.

Il pellegrinaggio notturno è solo la prima delle occasioni per celebrare l’effige della Cornabusa: i festeggiamenti continueranno con diversi appuntamenti, fino a Domenica 13, con la solenne celebrazione della Madonna della Cornabusa, a martedì 15, con la memoria della B.V.M. Addolorata e alla rappresentazione teatrale in grotta di giovedì 17. Tutte le date e gli orari sono disponibili sul volantino, diffuso in tutta la Valle Imagna e presente anche sul web.

Continuate a seguire il nostro sito: verranno pubblicate altre notizie e anticipazioni sulla festa della Cornabusa, la ricorrenza religiosa più sentita in Valle, e non solo.

 

 

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
CIBO CRUDO
Precedente
Successivo

Ti potrebbe interessare.....