Precedente
Successivo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr

Capizzone a Bergamo TV – 1°parte: nuovi servizi e l’immigrazione

Anche Capizzone, come Rota Imagna, si è raccontato a Bergamo TV in un’intervista speciale.

Nel notiziario delle 12.30 del 12 febbraio il sindaco Alessadro Pellegrini ha fatto il punto sulla situazione del paese: si è parlato di calo demografico, dei nuovi servizi, del turismo, della costruzione di un centro culturale e anche degli immigrati.

Il video dell’intervento, che inizia circa al min.18, è presente sul sito dell’emittente locale è disponibile gratuitamente al link di seguito indicato: http://www.bergamotv.it/bgtv/bergamo-tg/-22139/SI_SPBEBTV1752582/.

In questo articolo ti racconteremo la prima parte dell’intervista: non perderti la seconda parte, tra pochi giorni su vallimagna.com, il portale di notizie ed eventi in Valle Imagna!

La popolazione di Capizzone: incertezza e fuga verso la città, il paese rimedia con nuovi servizi

comune di capizzone
Capizzone – il municipio

L’intervista del sindaco di Capizzone al telegiornale di Bergamo TV si apre con una triste constatazione: la popolazione è in calo, con 41 persone che hanno lasciato il paese dal 2011, portando la quota a 1260 abitanti.

Le cause, purtroppo condivise con tante altre comunità della nostra Valle, sono la carenza di servizi e la ricerca di lavoro nei pressi della città.

Capizzone ha cercato di rimediare a questa fuga di abitanti presentando nuovi servizi, tra cui la consegna di pasti a domicilio ad anziani e persone non autonome: è una bellissima iniziativa, che ha riscontrato successo ed è riuscita ad andare al di là della “vergogna” ad ammettere le proprie difficoltà!

Capizzone e gli immigrati: le parole del sindaco

Proprio nei giorni dell’intervista il sindaco ha riportato sulla pagina Facebook del comune affermazioni forti sull’immigrazione: durante l’intervento a Bergamo TV si è parlato anche di questa presa di posizione, che è stata commentata.
Il primo cittadino ha condannato quella da lui definita pseudo-carità nell’ospitalità degli immigrati,  che arricchisce le strutture in un’economia di speculazione, e ha detto un no a priori all’accoglienza, motivato dai lunghi tempi dell’identificazione e distinzione tra profughi e stranieri alla ricerca di lavoro e dalle difficoltà di altri paesi della bergamasca che stanno già ospitando immigrati, ad esempio Sedrina in Val Brembana.

L’intervista continua con tante altre notizie su Capizzone: la costruzione di un nuovo centro culturale, la ristrutturazione dell’edificio comunale “delle associazioni” e il “progetto sentieri” per potenziare il turismo. Troverai tutto questo nel prossimo articolo di vallimagna.com, online tra pochi giorni: continua a seguirci!

 

 

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
CIBO CRUDO
Precedente
Successivo

Ti potrebbe interessare.....