Cà Berizzi torna a casa

Dopo una quindicina d’anni, lo storico edificio di Ca’ Berizzi, uno dei migliori esempi di architettura tradizionale della Valle Imagna, torna di proprietà del Comune di Corna Imagna.

Sul versante sinistro dell’alta valle Imagna, Corna Imagna, come altri comuni della valle, si compone di numerosi nuclei abitativi tra cui Brancilione, Cilipiano, Regorda, Cavaggio, Canito e altri ancora. La parrocchiale dei Santi Simone e Guida Taddeo risale, nella sua veste attuale, agli anni 1927 – 1928 a seguito della demolizione del precedente edificio di culto.

Gioiello architettonico di Corna Imagna è Cà Berizzi. Si tratta di una dimora nobiliare del XVIII secolo appartenuta alla famiglia Berizzi, che sorge in posizione panoramica su un piccolo poggio protetto da un muro di recinzione in cui si apre il portone principale d’ingresso; il complesso è costituito da un’abitazione padronale, una chiesetta privata con piccolo campanile a vela e una serie di edifici funzionali alla destinazione prevalentemente agricola del sito, tra cui una bella casa colonica e una stalla-fienile.

Finalmente sembrano finite le vicissitudini burocratiche che hanno trascinato per lungo tempo il destino di Cà Berizzi nel dimenticatoio.